Edifici a energia zero

COSA SI INTENDE PER EDIFICI AD ENERGIA ZERO?



200

Con l’entrata in vigore della direttiva europea 2010/31 sulla prestazione energetica in edilizia (EPBD) ogni stato ha il compito di promuovere la diffusione di edifici ad energia quasi zero.

Per edifici ad energia quasi zero si intendono edifici con elevatissime performance energetiche in cui l’energia prodotta da fonti rinnovabili copre quasi completamente il basso fabbisogno energetico.


La realizzazione di edifici ad energia zero o quasi zero parte da una accurata progettazione finalizzata al raggiungimento di due obiettivi:

1) ridurre tutti i fabbisogni dovuti a riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, produzione di acqua calda sanitaria e illuminazione;

2) prevedere l’utilizzo di tecnologie che sfruttino fonti rinnovabili per coprire i fabbisogni previsti.




Quali caratteristiche devono avere gli edifici ad energia quasi zero?


Il raggiungimento di un obiettivo così audace ed importante, quale la realizzazione di un edificio ad energia quasi zero, richiede la stretta collaborazione di tutti i professionisti, ingegneri ed architetti, coinvolti nel progetto e non ultimo dell’utente finale. Il punto di partenza nella progettazione dell’edificio è sempre il raggiungimento delle condizioni di comfort invernale ed estivo per l’utente finale.


Quali sono gli elementi guida nella progettazione di edifici ad energia zero:

- progettazione bioclimatica che tenga conto del luogo in cui sorge la struttura e suo orientamento;

- progettazione dell’involucro edilizio per ridurre dispersioni di calore invernali e rientrate estive;

- produzione di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili;

- ricorso a soluzioni impiantistiche evolute (ventilazione meccanica controllata, sistemi radianti);

- impiego di soluzioni domotiche per il controllo del sistema edificio impianto.


Un edificio a consumo quasi zero deve essere inteso come un sistmema energetico che richiede poca energia in ingresso e che è anche in grado di essere attivo nella produzione energetica.